New York: l’importanza dei servizi nel mercato immobiliare del lusso

New York: l'importanza dei servizi nel mercato immobiliare di lusso.

Abitare il lusso nella quotidianità: a New York, gli sviluppatori del mercato prime stanno realizzando nuove abitazioni che interpretano al massimo i bisogni del pubblico.

Si tratta di grattacieli con interni mozzafiato, dove il design d’eccellenza, la funzionalità e le amenities si fondono in una proposta che rende possibile vivere in condomini extra accessoriati in cui si hanno a disposizione servizi di altissimo standard che fondono wellness e welfare al massimo delle loro potenzialità. 

Quali sono, quindi, i trend della nuova edilizia di lusso? Proseguendo il focus specifico che abbiamo avviato su New York City, osserviamo queste tendenze più da vicino, per comprendere nello specifico come il mercato sta rispondendo alle esigenze degli acquirenti prime

I trend della nuova edilizia prime

Le nuove esigenze del luxury riportano l’abitare quotidiano a una dimensione intima e vivibile, dove la qualità è sinonimo di design, eccellenza, green,  comodità, intesa anche come prossimità.

Più i servizi offerti sono di qualità, più si alza di prezzo degli immobili residenziali di lusso. Il nuovo concetto dell’abitare contemporaneo si declina infatti anche nella ricerca di appartamenti di pregio in strutture ben attrezzate, all’interno delle quali i nuclei familiari trovano servizi di immediata prossimità in un contesto molto evoluto, proprio come abbiamo visto anche quando abbiamo analizzato alcuni parallelismi tra New York e le nuove tendenze milanesi.

 Le nuove strutture residenziali luxury hanno alcuni aspetti ricorrenti, tra cui: 

  • aree comuni spaziose, strutturate con eleganza e design di alto valore, da sfruttare per diverse necessità
  • predilezione per la tecnologia green
  • scelta di materiali e servizi per la qualità dell’aria, del suono e della luce, per esempio progetti di illuminazione architetturale, e di materiali e componenti che stimolano il relax e wellness living 
  • grande presenza della domotica, che garantisce anche dal punto di vista della sicurezza, grazie al controllo a distanza con applicazioni di diverso tipo 
  • forte presenza del servizio di agency: come sappiamo bene noi di Reisol, chi investe nel lusso predilige la presenza di un agente qualificato che sappia padroneggiare con consapevolezza il processo di ricerca e vendita in una città articolata come New York
  • le nuove case, poi, vengono sempre più spesso messe in vendita dopo un attento studio dal punto di vista dell’interior design, per trasformare gli spazi e fornire servizi sempre più innovativi. Inoltre, è interessante ricordare che chi vende ricorre a figure come l’home stager, professionista specializzate proprio nell’allestimento delle case per agevolare il processo di vendita
  • forte investimento su servizi come la presenza del concierge e di commodities comuni, che si attivano tramite l’utilizzo di un badge e pagando una fee. 

Come vedremo successivamente, un esempio particolarmente interessante di building newyorkese di questo tipo è il Waterline Square ultimato alla fine del 2019, una vera e propria Oasi Naturale nell’Upper West Side, dove si celebrano la rigenerazione e la bellezza, tra cortili, fontane e sentieri, giochi d’acqua e playground, per abitare in piena città e allo stesso tempo in un contesto green di altissimo pregio. Basti pensare che, in questo complesso residenziale, un ricchissimo peruviano ha stanziato ben 27 milioni di dollari in contanti per ottenere otto unità abitative. Secondo quanto affermato nell’articolo  l’acquisto del pacchetto a uso investimento si è concluso con una percentuale di sconto del 7%. 

Tendenze di questo tipo raccontano che le scelte di chi si muove nel mercato prime si spostano sempre di più verso un abitare di comodità dove il green, la sostenibilità e la levatura dei servizi e l’alta qualità – da ogni punto di vista – degli stessi è fondamentale. 

Le vendite nel luxury market a New York

Come abbiamo visto in questo precedente articolo, la pandemia ha sorpreso il mercato del lusso di NYC già in crisi. Questo settore sta registrando ora una nuova ascesa: tra gennaio e aprile 2021 le transazioni per l’acquisto di case luxury a Manhattan hanno superato il totale del 2020. 

Nella settimana dal 17 al 23 maggio 2021 le compravendite nel settore lusso a Manhattan sono state 40: la vendita più costosa si è registrata a Tribeca, e la media di sconto, in questa settimana, è stata dell’8%. 

Vivere in edifici di lusso a New York

Quindi, dove sono situati gli immobili d’eccellenza a New York, e che servizi offrono ai loro inquilini? Il mercato del lusso della Grande Mela già da molto tempo propone o nuove, modernissime, costruzioni d’eccellenza, o la riqualificazione e riconversione in edifici storici di pregio. 

La vera sfida, oggi, è la sostenibilità e l’integrazione del green nel mondo luxury: come vedremo tra poco, un caso come il Waterline Square Park è di particolare successo proprio per questo motivo.

Vediamoli alcuni esempi di seguito, in un breve tour tra alcuni dei building più esclusivi della città.

Central Park Tower 

Central Park Tower

Non possiamo che iniziare dalla Central Park Tower – che verrà completata entro la fine del 2021 – quasi 140 metri di altezza sopra New York, sulla Billionaire’s Row di Manhattan, a pochi passi da Central Park, l’edificio residenziale più alto del mondo. Elegantissima nella forma, di un’altezza quasi abbagliante, ha una vista mozzafiato su tutta la città e la baia, e offre servizi di primissima qualità ai suoi abitanti, proponendo uno stile di vita moderno e lussuoso, dove la comodità e il design si integrano alla perfezione. Solo per citare alcune delle amenities offerte, troviamo una piscina di acqua salata, un centro SPA all’avanguardia, un campo da squash regolamentare, playground, sala per eventi, cucina con servizio completo e – ovviamente – concierge con guanti bianchi 24 ore su 24. 

Tre piani totalmente dedicati ai servizi. Oggi sono sul mercato in vendita  6 unità abitative il cui prezzo si aggira tra i 6,9 e i 16,5 milioni di dollari, tra i quali – per esempio – un appartamento di 315 metri quadri al 47esimo piano, affacciato su Central Park. 

Central Park West

Questo edificio offre invece 202 grandi unità – da una a quattro camere da letto – inclusi attici duplex a tutto piano. I servizi includono un campo automobilistico e una biblioteca privata, e proposte più “classiche” come la piscina, il centro fitness, e le cantine per la degustazione di vini. 

L’eccellenza green di Waterline Square: focus sui prezzi e sugli sgravi fiscali

Waterline Square

Waterline Square è un caso particolarmente interessante, dove osserviamo un uso misto di tre building con al centro una grande piazza verdissima, sotto la quale si trovano 9.300 mq di spazio interamente dedicati ai servizi, che servono i tre palazzi. Un club privato, piscina, campo da tennis indoor, fitness center, pista da skate,  campo da basket, studio di registrazione, atelier artistico, ma anche sauna, centro wellness e playground per i bambini. Il tutto affacciato sull’Hudson River, ovviamente, super accessoriato e di altissima qualità.

Waterline Square nel dettaglio

Ad oggi ci sono 33 unità immobiliari in vendita: il più caro ha un prezzo di 18 milioni di dollari. 

Inoltre, uno degli aspetti che attira maggiormente gli acquirenti, è la presenza di sgravi fiscali che saranno attivi ancora per 20 anni, proprio come evidenziato anche nella mappatura dei Tax Abatement realizzata da Reisol.

Per esempio, su un appartamento da 18 milioni di dollari le imposte sulla proprietà ammontano a 356 dollari, mentre in un appartamento da 1.950.000 dollari a 56 dollari al mese. 

Per comprendere, infine, l’appeal di una tipologia immobiliare immersa in questo contesto è doveroso uno sguardo agli affitti: un appartamento di 75 metri quadri composto da 2 stanze, 1 camera da letto e 1 bagno il cui affitto è scaduto il 17 maggio 2021, è stato affittato nuovamente a 7.640 dollari al mese, con un + 17% rispetto al canone precedente. 

Da notare come questa tipologia di Condo abbia retto in modo eccellente all’ondata Covid: non solo i prezzi non sono scesi, ma le vendite sono aumentate.

Il perché di questa tendenza lo possiamo comprendere leggendo di seguito quali servizi sono offerti in questi spazi di grande pregio, che permettono di avere servizi privati – e quindi controllati – di altissima qualità a disposizione, senza doversi allontanare dalla propria abitazione. 

Appartamenti di lusso in palazzi storici: il caso della Woolworth Tower

Woolworth

È poi molto interessante il fenomeno newyorkese che vede la creazione di Condo in dimore storiche, senza nessun impatto negativo sull’architettura esterna. Vivere in edifici di questo tipo significa vivere immersi nel pregio storico della città: ne è un esempio la Woolworth Tower, costruita più di cento anni fa in stile neogotico, oggi sede di uffici e appartamenti extra lusso, offre servizi esclusivi come terrazze private con privacy ottimale, cantina vinicola interna con sala degustazione, lounge panoramica e centro fitness panoramico. 

Il Barclay-Vesey Building

Il Barclay-Vesey Building, detto anche Verizon Building, a Tribeca, è il primo grattacielo Art Deco di New York: oggi ospita appartamenti luxury e offre la più ampia gamma di servizi della zona, con un centro fitness, piscina a corsie, sauna e bagno turco, business center, club lounge, sala degustazione, sala multimedia, playground e auditorium. 

I servizi di lusso più originali della Grande Mela

A New York, dentro i grattacieli di lusso si sviluppa un modo di vivere la città parallelo, dove tutti i comfort sono a disposizione, mentre intorno la metropoli si evolve e si trasforma. Il tema dei servizi è particolarmente interessante proprio per questo motivo: ma quali sono le proposte più particolari che vengono offerte nella Grande Mela?

Troviamo, per esempio, il servizio di sommelier a chiamata, ma anche le stanze predisposte per chi ha necessità mediche particolari o un’attenzione focalizzata sulla salute. Troviamo quindi predisposizione per flebo e altri presidi medicali, ma anche terapie wellness a domicilio. Ma non solo: troviamo ristoranti ad uso esclusivo dei residenti, skatepark al coperto e programmazione di eventi per grandi e bambini. 

Il lusso del futuro è green e sostenibile

La sfida che il lusso del futuro sta iniziando a cogliere è la nuova componente green, che non riguarda solo questo comparto, ma è parte integrante della direzione urbanistica nella quale si sta evolvendo New York. 

Come abbiamo visto quando abbiamo approfondito le tendenze del mercato immobiliare della Grande Mela, il Climate Mobilization Act di NYC (2019) anticipa di un anno il Green Deal Europeo, datato 2020, e ha come obiettivo ridurre l’emissione di carbonio a New York City abbassando le emissioni del 40% entro il 2030.

L’Empire Building Challenge: best practice che guarda al futuro dei grattacieli

Uno dei pregi di una città come NY è che, quando vengono imposte le regole, vengono anche forniti gli elementi necessari per metterle in pratica. Esempio virtuoso in questo senso è l’Empire Building Challenge, una call che parte da una partnership tra pubblico e privato per trasformare – e rendere sostenibile – il mercato dei grattacieli. 

Obiettivo della Challenge è stimolare la crescita economica e il rinnovamento dell’edilizia degli skyscraper a New York, attirando i migliori costruttori e imprenditori del mondo, per investire in nuovi approcci più promettenti e posizionare la città come epicentro della riduzione delle emissioni di carbonio, in piena coerenza con il Climate Mobilization Act. 

Per rendere possibile tutto ciò, la collaborazione tra l’amministrazione ed enti e aziende private è fondamentale per innovare, stabilire nuovi standard di progettazione e guardare oltre i confini attualmente imposti per ottenere obiettivi sia economici che climatici di grande successo. 

Sarà quindi necessario raccogliere l’intera comunità immobiliare: edilizia, ingegneria, designer, sviluppatori, investitori, finanziatori, ma anche team di ricerca e sviluppo. Nuovi posti di lavoro, quindi, e input concreto per una nuova economia dove scendono in campo i cosiddetti “colletti verdi”, con l’obiettivo di cambiare lo status quo nei modi e nei tempi stabiliti. 

Osservare queste tendenze è fondamentale per comprendere come si sta trasformando New York, metropoli dove la gentrificazione e l’aumento demografico nelle aree periferiche si muovono di pari passi con le trasformazioni del mercato del lusso, che sta dando vita a nuove modalità abitative. 

Reisol monitora con attenzione queste evoluzioni, per offrire ai propri clienti una panoramica completa e consapevole, permettendo di sviluppare investimenti immobiliari che tengono conto delle tendenze del futuro.

Partecipa alla discussione

Confronta annunci

Confrontare
Ricerca
Altre caratteristiche

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti e resta aggiornato sulle novità del mercato immobiliare